INQUIAMENTO ARTISTICO

//INQUIAMENTO ARTISTICO

Inquinare? Con l’Arte è concesso.

Inquinamento Artistico nasce come progetto che ha l’intenzione di raccogliere artisti e arte in genere unendo diversi generi e stili in un’unica rappresentazione.
Per spaziare al di fuori di un’unica scelta di stile. Un promiscuo evento dalle influenze di musica Jazz, insieme ad una mostra d’arte contemporanea, con improvvisati artisti di strada e cantanti. Artisti diversi, di diversa provenienza e cultura che fanno spettacolo. Non importa dove, ma ha importanza il come.
Inquinamento Artistico intende uscire dagli schemi, dalle scalette, dal tema imposto.
Un evento di inquinamento artistico può avere luogo ovunque e il qualsiasi forma si voglia, basta farlo.

“Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe”
– Albert Camus-

INQUINAMENTO ARTISTICO:

L’inquinamento Artistico è un’alterazione dell’ambiente antropico di origine sociale altrettanto antropica, che produce disagi temporanei e patologie o danni spesso permanenti nella vita degli artisti.

Nonostante alcuni fattori siano inequivocabilmente definibili come “artisticamente inquinanti”, sia per la loro presenza e anche per l’ispirazione di produzione creativa che ne consegue, come emblematicamente avviene per la “W. consulting” (nota azienda a sostegno dei laboratori artistici ndr), non esiste a priori una associazione o società o azienda o un qualunque fattore dovuto sul quale potersi basare per definire un atto artistico di per sé inquinante o non inquinante.
In una non completa distopia della società odierna (XXI sec. ndr), è la specificità e la dimensione dell’evento che può essere inquinante.
Serate artistiche apparentemente innocue possono compromettere seriamente un sistema distopico costituito negli anni.

È quindi Inquinamento Artistico tutto ciò che è nocivo per il sistema e/o una società di regime, o altera in maniera significativa le caratteristiche sociali del lavoro, e dell’ordinario insipido tenore di vita quotidiano, in modo tale da compromettere l’umore anche se migliorandone la qualità. Ciò è valevole sia per gli artisti in sé, per i soggetti circostanti definiti “pubblico”, che per i soggetti raggiunti per traverse vie anche se disinteressati, così denominati “spettatori inconsapevoli”.
Causando possibili squilibri al sistema, soprattutto in merito a ciò che non viene compensato da una reazione distopica adeguata che ne annulli gli effetti artistici totali.

Sì considerano atti di “Inquinamento Artistico” quelli commessi da artisti nel proposito di contrastare uno status quo di un regime sociale artificioso e dannoso nei confronti dell’arte in genere.

ESEMPIO:

Un esempio di Inquinamento Artistico viene fornito dal personaggio di Henry Gondorff (interpretato da Paul Newman) nel film cult – “La Stangata” – (The Sting 1973) :

“…è inutile essere un artista se devi vivere come un impiegato.”

CHIEDI DI PIÙ

L’organizzazione di questo format cambia di evento in evento a seconda delle necessità.

Se sei interessato a saperne di più, hai la possibilità di ospitare o la volontà di collaborare alla creazione di un evento ” INQUINAMENTO ARTISTICO”
Contattaci:

Ho preso visione e accetto i termini della Policy

2018-05-23T13:55:01+00:00

I NOSTRI SERVIZI

CONTATTI

Via Graziosa, 67 - Albano Laziale (Roma)

Phone: 06 83976452

Web: W consulting

Progetti :